Marco Andretti Bio, Età, Patrimonio netto, Moglie, Sponsorizzazioni, A1 Grand Prix, Pilota automobilistico

Marco Andretti (Marco Michael Andretti) è un pilota automobilistico americano che guida l'auto n. 98 per Andretti Herta Autosport nella IndyCar Series. È la terza generazione della famosa famiglia di corse Andretti.



Marco Andretti Age

Marco Andretti è nato il 13 marzo 1987 a Nazareth, Pennsylvania, Stati Uniti. È nato e cresciuto a Nazareth, in Pennsylvania. Ha 32 anni nel 2019.



Famiglia Marco Andretti

Marco Andretti è nato in Pennsylvania, negli Stati Uniti, da Sandra e dall'eventuale campione IndyCar Michael Andretti. Il nonno paterno di Marco, Mario, era un pilota da corsa di grande successo, che ha corso professionalmente per quattro decenni e ha avuto successo negli Stati Uniti e in tutto il mondo in varie categorie di corse, tra cui la vittoria del Campionato Piloti di Formula Uno nel 1978.

Marco Andretti Valore netto

Marco Andretti è un pilota automobilistico americano che ha un patrimonio netto stimato di $ 20 milioni di dollari nel 2019.



Marco Andretti Moglie

Marco Andretti è sposato con Marta Krupa nel 2017.

Marco Andretti Famiglia

Marco Andretti è nato da Sandra e dall'eventuale campione IndyCar Michael Andretti. Il nonno paterno di Marco, Mario, era un pilota da corsa di grande successo, che ha corso professionalmente per quattro decenni e ha avuto successo negli Stati Uniti e in tutto il mondo in varie categorie di corse, tra cui la vittoria del Campionato Piloti di Formula Uno nel 1978. Altri membri della famiglia Andretti hanno avuto successo anche in varie categorie di corse.

Marco Andretti Pilota automobilistico

Foto di Marco Andretti
Foto di Marco Andretti

Andretti ha vinto otto gare nel 2003 Barber Formula Dodge Eastern Championship ed è stato campione nella classe Barber National e Southern l'anno successivo.



Tuttavia, appena uscito dal liceo, ha corso nella serie Star Mazda nel 2005 e ha anche fatto sei partecipazioni nella Indy Pro Series.

Ha vinto tre volte - a San Pietroburgo, la Liberty Challenge e Sonoma - e ha concluso al decimo posto nonostante avesse iniziato solo metà delle gare.

Il giornalista di sport motoristici Gordon Kirby ha suggerito al finale di Champ Car a Città del Messico che il più giovane Andretti avrebbe sostituito Dan Wheldon nella sua Dallara-Honda Jim Beam n. 26 per il 2006 con Michael Andretti che usciva dal ritiro per correre una quinta macchina per il suo Andretti Green Racing team alla 500 Miglia di Indianapolis.



Sebbene fosse una proposta inedita per alcuni, è stato successivamente confermato in una conferenza stampa del 15 dicembre che sarebbe passato alla Indy Racing League a tempo pieno come il pilota più giovane nella storia della serie e avrebbe scambiato sponsor - la Borsa di New York e Motorola - con Dario Franchitti come Andretti non era abbastanza grande per guidare un'auto sponsorizzata da alcol.

IndyCar Series 2006

Ha avuto una partenza da rookie il 26 marzo 2006, nella sua Homestead-Miami Speedway nella Dallara Honda n. 26 della Borsa di New York, Andretti è partito 13 ° ma ha rotto un semiasse al suo primo pit stop, eliminandolo dalla gara.

Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...

Con la sua prestazione da Rookie of the Year a maggio alla 500 Miglia di Indianapolis, è diventato il terzo Andretti a finire tra i primi cinque nella sua prima apparizione nella 500 Miglia di Indianapolis, dopo padre Michael (quinto nel 1984 alla 500 Miglia di Indianapolis) e nonno Mario, 1965.

Andretti è arrivato secondo a Sam Hornish, Jr. nel secondo posto più vicino nella storia della 500 Miglia di Indianapolis con un margine di 0,0635 secondi.

Il 27 agosto 2006, è diventato il più giovane vincitore all'età di 19 anni, 167 giorni di un importante evento di corse a ruote scoperte (in seguito sostituito da Graham Rahal) mentre ha segnato la sua prima vittoria in carriera nella Indy Racing League a Infineon Raceway a Sonoma, California.

Ha tenuto il record fino all'aprile 2008, quando Graham Rahal ha vinto il Gran Premio Honda 2008 di San Pietroburgo all'età di 74 giorni in meno. La vittoria di Andretti lo ha stabilito come Bombardier Rookie of the Year 2006.

2007

La stagione 2007 non è stata così fortunata per Andretti. Non è riuscito a finire dieci volte e ha completato solo 7 gare. Il team ha lottato per trovare l'equilibrio su ovali di 2,4 km, con incidenti che lo hanno eliminato dalle gare in Giappone, Indianapolis, Milwaukee e Chicago, nonché dal percorso stradale del Mid Ohio.

Dopo essere arrivato secondo al Michigan, Andretti ha concluso all'undicesimo posto assoluto con 350 punti.

2008

Andretti ha corso la sua prima gara notturna all'Homestead-Miami Speedway, la prima gara della stagione 2008, con un 2 ° posto alle spalle di Scott Dixon. Ha anche condotto il maggior numero di giri della gara - 85 ° in testa - e ha ricevuto altri tre punti. A San Pietroburgo, Andretti ha spezzato un semiasse sulla sua auto cercando di lasciare i box, costringendolo al ritiro.

Nella terza gara della stagione a Motegi, in Giappone, Andretti è andato in testacoda al primo giro di gara. Alla 500 Miglia di Indianapolis del 2008, Andretti è arrivato terzo, dopo aver condotto diversi giri. Durante la gara ha superato il compagno di squadra, Tony Kanaan, che poi è andato a sbattere contro il muro incolpando Andretti.

Una settimana dopo ha catturato la sua prima pole della IndyCar Series al Milwaukee Mile ed è diventato il più giovane vincitore della pole IndyCar all'epoca all'età di 21 anni, 79 giorni ma è caduto a 3 giri dalla fine della gara.

La sua macchina è scivolata lungo la pista, raccogliendo Ed Carpenter, che a sua volta ha fatto volare Vítor Meira mentre guidava sopra la gomma di Andretti. L'eventuale vincitore, Ryan Briscoe, ha mancato di poco il relitto, poiché Andretti è arrivato 21 °.

camille winbush è imparentata con angela winbush

Al Texas Motor Speedway, Andretti aveva una delle migliori vetture ed è stato in grado di guidare la linea alta per tutta la notte, ma Ryan Hunter-Reay e Andretti sono entrati in contatto a pochi giri dalla fine.

Andretti è arrivato terzo in Iowa, e poi ha corso una gara forte a Richmond, ma ha perso posizione quando si è fermato ai box sotto il verde e una successiva ammonizione ha permesso ai leader della corsa di rientrare ai box sotto il giallo; ha concluso nono. Andretti è arrivato quinto a Watkins Glen prima che un guasto meccanico causasse la caduta della sua auto a Nashville.


Articoli sanitari
1. Benefici per la salute delle mele
Due. Benefici per la salute delle banane
3. Benefici per la salute del miele
Quattro. Benefici per la salute dello zenzero
5. Benefici per la salute dell'aglio
6. Benefici per la salute del limone
7. Benefici per la salute della zucca
8. Benefici per la salute delle angurie
Articoli sanitari
1. Diabete
Due. Trattamento del diabete
3. Cancro
Quattro. Cancro al seno
5. Pressione sanguigna
6. Infarto
7. Rene
8. Mal di testa

Ha anche corso lo stesso giorno nella gara dell'American Le Mans Series a Lime Rock Park. A Mid-Ohio, Andretti è rimasto coinvolto in un incidente di quattro auto al riavvio al 42 ° giro che ha concluso la sua gara, prima di un 17 ° posto a Edmonton dopo il contatto con la sua compagna di squadra Danica Patrick.

Al Kentucky, Andretti ha preso il comando da Scott Dixon, ma mentre la gara si avvicinava alla fine, tutti i piloti dovevano fare i box per più carburante e Dixon ha vinto, mentre Andretti è arrivato terzo. Andretti non è riuscito a finire più in alto dell'ottavo nelle ultime tre gare, poiché è arrivato settimo in punti.

2009

La stagione 2009 è iniziata su due circuiti cittadini, dando ad Andretti l'opportunità di mostrare i benefici della sua esperienza nel Gran Premio A1. A San Pietroburgo si è scontrato alla fine della gara con il veterano Alex Tagliani, finendo 13 °, ma ha superato un 19 ° posto a Long Beach terminando 6 ° a causa di una diversa sequenza di pit-stop.

Questa è stata la prima volta di Andretti a Long Beach, un circuito in cui sia suo padre che suo nonno hanno vinto più volte. Dopo un 6 ° posto in Kansas. Andretti ha guardato a Indianapolis, dove era stato 2 ° e 3 ° in due delle sue tre partenze.

Partendo 8 °, Andretti ha tentato di superare Mario Moraes di KV Racing Technology all'esterno dello scivolo sud tra le curve 1 e 2. Moraes si è mosso verso il muro, apparentemente ignaro che Andretti fosse fuori di lui, ed entrambe le vetture hanno raccolto il muro.

Sia Andretti che Moraes hanno espresso il loro dispiacere reciproco nelle loro interviste in onda. Andretti ha definito il pilota del secondo anno 'all'oscuro' e ha detto che 'non lo capisce e non lo farà mai. Avrei dovuto sapere con chi stavo correndo. '

Il resto dell'anno non ha prodotto molti successi, poiché il miglior piazzamento dell'anno di Andretti è stato il 4 ° in Texas. Ha continuato la sua forma migliorata sui percorsi stradali e stradali, finendo 5 ° a Watkins Glen, 8 ° nella sua prima gara a Toronto - dove suo padre ha vinto un record sette volte - e 6 ° a Mid-Ohio prima di finire 8 ° nella classifica finale.

2011–2012

Nel 2011, Andretti si è classificato 9 ° a Indianapolis dopo essere partito 27 °. Il 25 giugno 2011, Andretti ha vinto la sua seconda gara della IndyCar Series all'Iowa Speedway. È stata la sua prima vittoria in 79 gare dalla sua vittoria al Sonoma Raceway nel 2006.

La stagione 2012 è stata una lotta per Andretti. Ha iniziato l'anno con un 14 ° posto a San Pietroburgo, 11 ° in Alabama, 25 ° a Long Beach e 14 ° a San Paolo. Ha condotto il maggior numero di giri (59) a Indianapolis, ma ha colpito il muro della curva 1 al 188 ° giro.

Andretti ha continuato la stagione con l'undicesimo posto a Detroit, il diciassettesimo a Texas, il quindicesimo a Milwaukee e il miglior piazzamento della stagione in Iowa, dove è arrivato secondo. Dopo il suo secondo posto in Iowa, si è classificato 16 ° a Toronto, 14 ° a Edmonton, 8 ° a Mid-Ohio e 25 ° a Sonoma.

A Baltimora, Andretti ha fatto un altro arrivo in fondo al campo, finendo 14 °. Proprio nel momento in cui la stagione stava per concludersi, ha ottenuto la seconda pole position della sua carriera a Fontana, concludendo la gara 8 °. Andretti è arrivato 16 ° nella classifica a punti

2013

Andretti ha iniziato la stagione 2013 con un terzo posto a San Pietroburgo. Questo è stato seguito da 2 settimi posti a Barber e Long Beach, eguagliando il suo conteggio dei primi dieci della stagione 2012.

Nella quarta gara della stagione a San Paolo, Andretti è arrivato terzo ed è riuscito a passare al secondo in campionato a tredici punti dietro Takuma Sato. Ha anche condotto i suoi primi sette giri della stagione.

Alla Indy 500, Andretti si è qualificato 3 ° ed è stato costantemente tra i primi 5 per tutta la gara. Ha condotto 31 giri ed è arrivato 4 ° dopo due bandiere gialle in ritardo che gli hanno impedito di andare avanti nel campo.

Dopo la gara, Andretti si è detto 'frustrato' per il traguardo perché non era stato sotto il quarto in tutta la gara. Tuttavia, dopo i 500 ha preso i punti portandosi in testa di 11 punti su Takuma Sato.

Ha continuato la sua stagione con il primo doubleheader a Detroit, finendo 20 ° nella prima gara, il suo risultato più basso della stagione - e 6 ° nella seconda gara, segnando un miglioramento tra i due. In Texas, si è comportato relativamente bene, rimanendo tra i primi 10 per la maggior parte della gara, e poi finendo 5 °.

Ha conquistato la sua terza pole position a Milwaukee, ma nonostante il suo successo in qualifica, il suo motore è scoppiato dopo il primo pit stop, lasciandolo con un 20 ° posto, prima di finire nono in Iowa. A Pocono, dove una volta avevano corso suo nonno e suo padre, era al top del suo gioco, stabilendo il record della pista per il giro più veloce e ottenendo una quarta pole in carriera.

Nonostante fosse in testa all'inizio della gara, alla fine è scivolato al 10 ° posto. Al doubleheader di Toronto, si è qualificato ed è finito tra i primi 10, rimanendo costantemente bene durante la gara.

È arrivato quarto in gara uno e nono nell'altra gara a Toronto, senza che nessun altro evento abbia alterato il suo traguardo. A Mid-Ohio, è arrivato 9 °, senza molti eventi movimentati nel corso della gara. Ha concluso la stagione quinto in punti.

2014-2017

Nel 2015, Andretti ha guidato nell'ePrix di Buenos Aires per Andretti Autosport, finendo 12 °.

2018

Andretti al Texas nel 2019

Il 7 dicembre 2017, Andretti Autosport ha annunciato l'intenzione di Andretti di scambiare i numeri delle auto con il compagno di squadra Alexander Rossi per la stagione 2018. Rossi passerà alla squadra numero 27 mentre Andretti prende il posto di Rossi numero 98.

Sponsorizzazione Marco Andretti

Nel febbraio 2018 la U.S. Concrete ha annunciato che sponsorizzerà Marco Andretti nella sesta delle prossime gare, tra cui la 500 Miglia di Indianapolis e il GP di Long Beach [10], altri sponsor includono Verizon e PennGrade Motor Oil.

Marco Andretti Formula Uno

Test Honda Racing F1

Honda Racing F1 ha annunciato nel dicembre 2006 che Andretti avrebbe avuto l'opportunità di testare la sua vettura di Formula Uno, e il 15 dicembre Andretti ha guidato la sua vettura di Formula Uno a Jerez in Spagna.

Il direttore sportivo Honda Gil de Ferran ha commentato di aver fatto un buon lavoro. Andretti ha detto di aver apprezzato molto il test, ma ha anche detto ai giornalisti che desidera entrare in Formula 1 solo dopo aver vinto la 500 Miglia di Indianapolis.

Dal 7 all'8 febbraio 2007 Andretti ha partecipato a un secondo test Honda Racing F1 per due giorni a Jerez, in Spagna. Come nel test precedente, Andretti ha guidato la vettura di Formula Uno 2006 del team.

Il suo giro più veloce (non ufficiale) della giornata il 7 febbraio è stato di meno di 1,5 secondi più lento del miglior tempo del pilota del team Honda Jenson Button. Il suo miglior tempo (non ufficiale) l'8 febbraio, in condizioni variabili, è stato meno di un secondo più lento di quello del campione del mondo di Formula Uno 2005 e 2006 Fernando Alonso.

quanto guadagna gunilla hutton

Marco Andretti American Le Mans Series

12 ore di Sebring

Andretti ha guidato nella gara di resistenza di 12 ore ALMS Sebring per l'auto Andretti Green Racing XM Satellite Radio nel marzo 2008. È stato in grado di inserire tempi nell'ordine di 1 minuto e 48 secondi che nessuno dei suoi co-piloti è stato in grado di incontro.

Sebbene l'auto si sia ritirata presto dalla gara, era in grado di salire sul podio. Il 12 luglio 2008, Andretti ha gareggiato nella gara americana LeMans al Lime Rock Park, Conn con l'AGR XM Acura. Più tardi quello stesso giorno, ha corso nella gara della IndyCar Series a Nashville.

Andretti, Franck Montagny e Tony Kanaan hanno corso alla Petit Le Mans il 4 ottobre 2008. Un incidente di fine gara ha ritirato anticipatamente la # 26 XM Radio Acura, con un settimo posto in LMP2 e un sedicesimo posto assoluto.

Marco Andretti GRAND-AM Rolex Sports Car Series

Andretti ha fatto il suo debutto nella Rolex Sports Car Series nella 24 Ore di Daytona del 2012, guidando la Riley-Ford numero 2 Starworks Motorsport con Ryan Hunter-Reay, Michael Valiante, Scott Mayer e Miguel Potolicchio, finendo 10 ° assoluto.

Marco Andretti A1 Grand Prix

Stagione 2008-2009

Il 3 novembre 2008, Andretti è stato confermato per correre per A1 Team USA al secondo round della stagione 2008-2009 A1 Grand Prix. Ad Andretti è stata data l'opportunità di correre dopo che Andretti Green Racing ha rilevato di assumere la direzione dell'A1 Team USA a partire dalla stagione 2008-2009 e suo padre Michael Andretti è diventato titolare del posto.

Marco Andretti Formula E

Andretti ha gareggiato per Andretti Autosport nel quarto round della stagione 2014-15 di Formula E a Buenos Aires, in sostituzione di Matthew Brabham. Per il quinto round a Miami Andretti è stato sostituito da Scott Speed.

Marco Andretti Twitter

Marco Andretti Instagram

Visualizza questo post su Instagram

Felice di tornare su @detroitgp con @autonation DRV PNK. #consapevolezza del cancro al seno

Un post condiviso da Marco Andretti (@marcoandretti) il 29 maggio 2019 alle 8:14 PDT

| ar | uk | bg | hu | vi | el | da | iw | id | es | it | ca | zh | ko | lv | lt | de | nl | no | pl | pt | ro | ru | sr | sk | sl | tl | th | tr | fi | fr | hi | hr | cs | sv | et | ja |